Forum dei "Monti Ernici"

 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
www.montiernici.it



Quesito "La ciociara"
Vai a Precedente  1, 2
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
MatÝas_Ruggeri
Utente interessato
Utente interessato


Registrato: 23/06/19 17:31
Messaggi: 7

MessaggioInviato: Lun Lug 01, 2019 12:39 am    Oggetto: Condividi su Facebook Rispondi citando

Ma allora "quando la ciociara si marita, a chi tocca lo spago e a chi la ciocia", vuol dire che:

1) quando la donna si sposa, regala le ciocie e smette di lavorare.
2) una volta consumato il matrimonio, le ciocie nuove (l'amore Ú puro) si rovinano (l'amore finisce) .
3) 'bisogna vedere quando ci si sposa chi comanda' per dirla in un altro modo chi porta i pantaloni (uno li cuce l'altro li porta).

Per voi...qual Ú la scelta giusta?
Top
Profilo Invia messaggio privato  
Amilcare
Aquila Reale
Aquila Reale


Registrato: 12/11/06 12:26
Messaggi: 746

MessaggioInviato: Mar Lug 02, 2019 10:40 am    Oggetto: Condividi su Facebook Rispondi citando

Amilcare ha scritto:
Ottima ed esaustiva l'interpretazione di Caterina:
Spago e ciocia = Anima e corpo.
Ma...: Quando la ciociara Ŕ maritata... E proprio in questo sta il senso del romanzo.
Moravia vede la Ciociaria con l'occhio dei romani: Una terra arretrata abitata dai diseredati che popolano le baraccopoli intorno a Centocelle.
Per quei ciociari che da sempre, con la vanga o con la cofana bagnavano di sudore le vigne dei Castelli o i cantieri dei nuovi sobborghi, Roma era la terra promessa.
Ed ecco Cesira: E' una come tante; ma Ŕ tanto fortunata da sposare un negoziante.
Un marito.al quale, per gratitudine dedica tutta se stessa; ha una figlia, il negozio, la certezza di un avvenire sicuro.
Ma...muore il marito e scoppia la guerra e la guerra e la vedovanza la respingono verso la terra delle sue origini.
No!
Non Ŕ il suo mondo, non pu˛ essere il suo mondo e inalmente la pace, finalmente si pu˛ tornare a Roma.
Ma...: A Castro dei Volsci un monumento ricorda e urla ancora


E allora dal traslato: "E quando la ciociara si marita..." al romanzo:
Per due volte Cesira pensa di aver risolto i suoi problemi: Spago e ciocia sono nuovi
La prima: quando si sposa esce dalla precarietÓ e pensa di aver concretizzato la speranza di una vita in sicurezza..
La seconda: finisce la guerra; Cesira rattoppa le ciocie alla meglio e finalmente pu˛ tornare a Roma ed avere le ciocie nuove.-
Ma...Tutte e due le volte le certezze e le speranze di Cesira vengono distrutte "gli spag Ŕ rutt y la ciocia spaccata". (Lo spago si spezza e la ciocia si spacca).
La prima: Muore il marito e scoppia la guerra e Cesira si ritrova ad affrontare da sola i pericoli della guerra.
La seconda, definitiva e coinvolge brutalmente anche la figlia: sulla strada per Roma, Cesira si imbatte in una masnada si marocchini..

Questa Ŕ, naturalmente la mia interpretazione da ciociaro che ha letto il libro, visto il film e inteso cantare lo stornello.
Top
Profilo Invia messaggio privato  
MatÝas_Ruggeri
Utente interessato
Utente interessato


Registrato: 23/06/19 17:31
Messaggi: 7

MessaggioInviato: Mar Lug 02, 2019 5:49 pm    Oggetto: Condividi su Facebook Rispondi citando

Ciao Amilcare
Ti ringrazio nuovamente e soprattutto, la pacienza che mi tieni...
Io capisco tutto quello che mi racconti, ma penso che quello che mi si domanda Ú:

Quando la ciociara si marita:
A chi tocca lo spago?
A chi tocca la ciocia?

La ciociara si marita e le ciocie si disfanno?
La ciociara regala le ciocie per parti?
╔ un modo di dire che la ciociara non usarß pi˙ le ciocie, cioÚ non lavorerß mai pi˙?
╔ un modo di dire che una volta maritata scambierß le ciocie per delle scarpe fine?
Top
Profilo Invia messaggio privato  
MatÝas_Ruggeri
Utente interessato
Utente interessato


Registrato: 23/06/19 17:31
Messaggi: 7

MessaggioInviato: Mer Lug 03, 2019 10:20 pm    Oggetto: Condividi su Facebook Rispondi citando

Volevo dire pazienzia, scusa...
Top
Profilo Invia messaggio privato  
Amilcare
Aquila Reale
Aquila Reale


Registrato: 12/11/06 12:26
Messaggi: 746

MessaggioInviato: Dom Lug 21, 2019 5:28 pm    Oggetto: Condividi su Facebook Rispondi citando

Non penso che sia del simbolismo: la ciocia e il rettangolo di cuoio che protegge il piede; lo spago Ŕ il legaccio che ne fa una calzatura.
Il vero significato sta soltanto nel contesto: La vita Ŕ fatta di episodi belli e di episodi brutti; ci sono speranze realizzate e delusioni cocenti
Questo mi fa ricordare un episodio della mia adolescenza: "La Befana" mi aveva lasciato un bel paio di scarponi da montagna chiodati che aspettavo da tempo: Era freddo ed intorno alla Fontana della Piazza c'era tutta una lastra di ghiaccio.
Ora, mentre i miei compagni che, poverini, portavano soltanto scarpe normali la evitavano, io, tutto baldanzoso, fidandomi dei miei scarponi chiodati, ho pensato di attraversarla: poggio un piede, alzo l'altro, sto per poggiarlo e, tra le risate dei compagni, mi ritrovo steso per terra.

Un caro saluto, Amilcare.
Top
Profilo Invia messaggio privato  
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2
Vai a Precedente  1, 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files in questo forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it