Forum dei "Monti Ernici"

 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
www.montiernici.it



Lago di Canterno oggi
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 22, 23, 24
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Francesco
Site Admin
Site Admin


Registrato: 27/03/06 18:51
Messaggi: 6386
Residenza: Alatri

MessaggioInviato: Mar Lug 11, 2023 6:05 pm    Oggetto: Condividi su Facebook Rispondi citando

No Gianni, non ne so nulla. E' tantissimo tempo che non mi reco al Parco divertimenti Canterno...

Saluti
Francesco

_________________
"Quando un ago di pino cade nella foresta, l'aquila lo vede, il cervo lo sente e l'orso lo annusa"
Antico detto Pellerossa
Top
Profilo Invia messaggio privato  
gianni1
Grande amico della montagna
Grande amico della montagna


Registrato: 10/09/13 10:20
Messaggi: 73

MessaggioInviato: Ven Dic 08, 2023 11:05 pm    Oggetto: Condividi su Facebook Rispondi citando

Ci risiamo ?


img_20231208_225615_600_x_800_pixel_789.jpg
 Description:
 Filesize:  120.3 KB
 Viewed:  409 Time(s)

img_20231208_225615_600_x_800_pixel_789.jpg



IMG_20231208_225425_(600_x_800_pixel).jpg
 Description:
 Filesize:  249.31 KB
 Viewed:  444 Time(s)

IMG_20231208_225425_(600_x_800_pixel).jpg


Top
Profilo Invia messaggio privato  
Francesco
Site Admin
Site Admin


Registrato: 27/03/06 18:51
Messaggi: 6386
Residenza: Alatri

MessaggioInviato: Dom Dic 10, 2023 5:54 pm    Oggetto: Inquinamento lago di Canterno Condividi su Facebook Rispondi citando

Caspita Gianni, spero proprio di no! Shocked Mad

Saluti
Francesco

_________________
"Quando un ago di pino cade nella foresta, l'aquila lo vede, il cervo lo sente e l'orso lo annusa"
Antico detto Pellerossa
Top
Profilo Invia messaggio privato  
gianni1
Grande amico della montagna
Grande amico della montagna


Registrato: 10/09/13 10:20
Messaggi: 73

MessaggioInviato: Lun Dic 11, 2023 1:40 pm    Oggetto: Condividi su Facebook Rispondi citando

Buongiorno, sembrerebbe una cosa naturale anche se erano anni che non si vedeva. Monitoriamo

Saluti



fioritura.pdf
 Description:
 Filesize:  225.17 KB
 Viewed:  366 Time(s)

fioritura.pdf


Top
Profilo Invia messaggio privato  
gianni1
Grande amico della montagna
Grande amico della montagna


Registrato: 10/09/13 10:20
Messaggi: 73

MessaggioInviato: Lun Dic 11, 2023 1:56 pm    Oggetto: Condividi su Facebook Rispondi citando

Fioritura di cianobatteri nei laghi
Cosa sono i cianobatteri?
I cianobatteri sono un ampio gruppo di batteri diffusi in
gran parte degli habitat acquatici e terresti. Sono in
grado di produrre ossigeno grazie alla fotosintesi e per
questo inizialmente venivano trattati come alghe.
Ancora oggi sono impropriamente chiamati “alghe
azzurre”.
Da un punto di vista morfologico si distinguono
essenzialmente due forme: unicellulare e filamentosa,
entrambe con la possibilità di aggregazione in colonie
dovuta alla produzione di mucillagine che mantiene
coesi i singoli elementi. Le singole cellule hanno
dimensioni di pochi micron (1 micron equivale a un
millesimo di millimetro) e sono pertanto visibili solo al
microscopio. L’eccessivo sviluppo può però dare
origine a delle fioriture superficiali che sono ben visibili
anche a occhio nudo. Queste sono caratterizzate da
ammassi galleggianti molto vistosi di colore variabile
da verde brillante fino al rosso mattone. In prossimità
degli ammassi possono essere presenti anche
schiume o masse filamentose.
Come si sviluppano?
La presenza dei cianobatteri nelle acque superficiali ha origine naturale: i cianobatteri hanno un
ruolo fondamentale negli ecosistemi in cui si trovano, contribuendo alla fissazione dell’azoto
atmosferico. Tuttavia, un loro sviluppo eccessivo ha un effetto negativo sulla qualità dell’acqua e
può creare delle condizioni ambientali sfavorevoli per altri organismi acquatici.
La crescita di cianobatteri è favorita da determinate condizioni ambientali come un alto contenuto
di nutrienti nell’acqua (eutrofizzazione), un’elevata stabilità della colonna d’acqua, condizioni di
temperatura e luce favorevoli nonché un luogo tranquillo e senza vento.
Generalmente le condizioni più favorevoli alle fioriture si verificano a fine estate, anche se la
frequenza dei cianobatteri può variare notevolmente da una stagione all'altra e da un anno all'altro
a seconda delle condizioni ambientali. Inoltre, alcuni ceppi produttori di tossine possono comparire
all'inizio dell'estate, mentre altri si manifestano solo a fine estate - inizio autunno. In condizioni
ottimali, la fioritura si forma in circa due giorni, persistendo in genere per circa 5-7 giorni.
I cianobatteri sono pericolosi per la salute?
Non tutte le fioriture cianobatteriche sono tossiche e la tossicità dei diversi metaboliti può variare
notevolmente. In generale, i cianobatteri possono essere pericolosi per la salute di uomini e
animali se presenti ad alta densità. La produzione di tossine (cianotossine) avviene infatti quando
ceppi tossici presenti nella popolazione di cianobatteri riescono a proliferare: una fioritura di specie
Fioritura di cianobatteri nel Ceresio, settembre 2020
2 / 4
tossiche e soprattutto la presenza di schiume sono da considerarsi pericolose per la salute. Le
tossine più note sono le microcistine, che hanno principalmente un effetto epatotossico. Esse sono
prodotte all’interno delle cellule batteriche e vengono rilasciate all'esterno quando i cianobatteri
muoiono, contaminando in questo modo le acque. Secondo l'Organizzazione Mondiale della
Sanità (OMS), la concentrazione di tossine può raggiungere un livello critico intorno alle 100’000
cellule per ml. La situazione diventa davvero pericolosa se i cianobatteri si accumulano in una
parte del lago (di solito a causa del vento) e raggiungono più di 10-100 milioni di cellule per ml.
Come avviene l’esposizione e quali sono i sintomi?
L’esposizione della popolazione avviene per via cutanea, inalatoria o orale. Le cianotossine, se
ingerite in gran quantità o per tempi prolungati, possono avere un’azione su diversi organi (fegato,
sistema nervoso, apparato gastrointestinale). In caso di presenza di schiume, anche il contatto con
i cianobatteri può dar luogo a effetti locali reversibili con sintomi cutaneo-dermatologici,
gastrointestinali e respiratori, soprattutto nei casi che favoriscono la formazione di aerosol (vento
forte, sport acquatici). Particolarmente a rischio sono i bambini piccoli, che possono ingerire
involontariamente l’acqua di lago durante le attività ricreative.
Gli animali, soprattutto i cani, hanno più probabilità dell'uomo di intossicarsi perché bevono grandi
quantità d'acqua vicino alla riva (dove le concentrazioni di cianobatteri sono generalmente più alte)
e si leccano il pelo dopo il bagno, ingerendo così le cellule che sono rimaste attaccate al pelo.
Questa elevata ingestione d'acqua, unita ad una massa corporea relativamente bassa, li rende
particolarmente vulnerabili.
Quali sono le raccomandazioni da seguire?
Si sconsigliano la balneazione e l’abbeveramento di animali nelle zone di lago interessate dalla
fioritura algale. Per le zone interessate valgono le seguenti raccomandazioni:
 Le persone con pelle sensibile (compresi i bambini piccoli) devono rinunciare a bagnarsi, in
quanto le alghe possono produrre sostanze in grado di provocare reazioni allergiche
 Evitare di ingerire l’acqua
 Dopo il bagno fare un’accurata doccia e asciugarsi bene
 Non fare il bagno nei pressi di tappeti di alghe
 Evitare di far bagnare e abbeverare i propri cani
Come è monitorata la situazione sui nostri laghi?
Il problema delle fioriture cianobatteriche è seguito con attenzione da enti e organi istituzionali
preposti. Poiché il monitoraggio non può essere quotidiano, è importante la collaborazione dei
cittadini nel comunicare al Laboratorio cantonale possibili situazioni di rischio, come la presenza
di schiume superficiali o la presenza di colorazioni insolite dell’acqua. In caso di proliferazione
cianobatterica con potenziale pericolo per la salute, il Regolamento cantonale sull’igiene delle
acque balneabili lacustri e fluviali, rispettivamente le raccomandazioni federali prevedono
un’adeguata informazione al pubblico, in modo da evitare l’esposizione dei bagnanti alle tossine.
I responsabili degli stabilimenti balneari e i Comuni (responsabili per le spiagge libere) devono
adottare i provvedimenti per proteggere i bagnanti, decisi dal Laboratorio cantonale.
3 / 4
Si può cercare di intervenire artificialmente per far regredire la fioritura?
Trattandosi di un fenomeno naturale non è possibile intervenire. Bisogna attendere che la natura
faccia il suo corso. A lungo termine, è possibile fare degli interventi volti a diminuire
l’eutrofizzazione dei laghi (controllo delle immissioni degli scarichi urbani, zootecnici ecc.), in modo
da ridurre la probabilità di formazione delle fioriture.
Dobbiamo aspettarci un aumento di fioriture cianobatteriche in futuro?
Numerosi studi indicano che il cambiamento climatico, l'eutrofizzazione e l'aumento dei livelli di
anidride carbonica aumenteranno probabilmente la frequenza, l'intensità e la durata delle fioriture
cianobatteriche in molti ecosistemi acquatici in tutto il mondo. Tuttavia, i meccanismi che stanno
alla base di queste fioriture sono ancora in fase di studio e non sono ancora pienamente compresi.
Uno studio dell'Eawag - Istituto per la ricerca sulle acque nel settore dei Politecnici federali - ha
dimostrato che la frequenza dei cianobatteri nei laghi attorno alle Alpi è aumentata costantemente
negli ultimi 100 anni. Questo studio mostra anche che le differenze nella composizione delle
comunità cianobatteriche sono diventate meno marcate tra i laghi, indipendentemente dalla loro
posizione geografica. I principali beneficiari del riscaldamento globale e degli eccessivi apporti di
nutrienti che si sono verificati nella seconda metà del XX secolo sono specie che si adattano bene
alle acque calme - e alcune di esse sono potenzialmente tossiche.
L’acqua potabile è sicura?
Nei nostri laghi, l'acqua per la produzione di acqua potabile viene captata negli strati profondi, il
che impedisce alle alghe che si formano in superficie in estate di entrare nel sistema. Tuttavia, i
cianobatteri potrebbero essere risucchiati durante la miscelazione dei laghi - che però di solito
avviene in inverno. I fornitori di acqua potabile devono quindi considerare questo pericolo nella loro
valutazione del rischio, in modo da garantire che l'acqua fornita ai consumatori sia priva di
cianotossine. L’OMS ha definito un valore guida per l’acqua potabile di 1 μg/L relativo alla somma
di tutte le microcistine presenti.
I prodotti della pesca sono sicuri?
Fino ad oggi non sono stati documentati casi d’intossicazione umana (o di animali domestici)
attribuibile al consumo di cibi contaminati da cianotossine d’acqua dolce. Tuttavia è noto che le
microcistine possono accumularsi nei tessuti dei pesci, in particolare nell’intestino e nel fegato. Gli
studi sull'accumulo di tossine suggeriscono che il tessuto muscolare (filetto) è meno colpito. I livelli
di microcistine ritrovati nel pescato di laghi con fioriture cianobatteriche sono generalmente bassi e
il rischio sanitario associato al consumo di pesce durante le fioriture cianobatteriche sembra
minimo. In ogni caso, per limitare l'esposizione dei consumatori alle cianotossine, si raccomanda di
eviscerare il pesce prima del consumo (o prima del congelamento).
Top
Profilo Invia messaggio privato  
Francesco
Site Admin
Site Admin


Registrato: 27/03/06 18:51
Messaggi: 6386
Residenza: Alatri

MessaggioInviato: Mar Dic 12, 2023 6:46 pm    Oggetto: Condividi su Facebook Rispondi citando

Bene, Gianni, l'allarme sembra rientrare, per fortuna...

Grazie anche per aver condiviso informazioni sui cianobatteri Very Happy

Comunque si, monitoriamo...

Saluti
Francesco

_________________
"Quando un ago di pino cade nella foresta, l'aquila lo vede, il cervo lo sente e l'orso lo annusa"
Antico detto Pellerossa
Top
Profilo Invia messaggio privato  
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 22, 23, 24
Pagina 24 di 24
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 22, 23, 24

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files in questo forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it