Forum dei "Monti Ernici"

 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
www.montiernici.it



Via Sancti Benedicti

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Hernica Saxa
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Amilcare
Aquila Reale
Aquila Reale


Registrato: 12/11/06 12:26
Messaggi: 775

MessaggioInviato: Mar Apr 12, 2011 7:28 pm    Oggetto: Via Sancti Benedicti Condividi su Facebook Rispondi citando

Avevo promesso che mi sarei occupato delle strade che partivano dal Ponte di Basciano e ho cominciato a documentare quella che rasenta la Badia di San Sebastiano di Alatri e proseguirebbe fino a Veroli.

Ho trovato una bellisima sorpresa:

La stanno restaurando.



manifesto.jpg
 Description:
Il tabellone che indica i lavori di restauro
 Filesize:  74.07 KB
 Viewed:  8818 Time(s)

manifesto.jpg



strada 1.jpg
 Description:
Il tratto di strada restaurato dall'aia alla Badia di San Sebastiano
 Filesize:  185.2 KB
 Viewed:  8818 Time(s)

strada 1.jpg


Top
Profilo Invia messaggio privato  
dadipigi
Amico della Montagna
Amico della Montagna


Registrato: 14/11/10 12:02
Messaggi: 10
Residenza: alatri

MessaggioInviato: Mer Apr 13, 2011 9:11 am    Oggetto: Condividi su Facebook Rispondi citando

Dovrebbe far parte del progetto del 'Sentiero delle Abbazie', promosso dalla Sezione del CAI di Alatri, che vede coinvolte anche altre sezioni del territorio che parte da Subiaco e arriva a Montecassino.
Top
Profilo Invia messaggio privato  
Amilcare
Aquila Reale
Aquila Reale


Registrato: 12/11/06 12:26
Messaggi: 775

MessaggioInviato: Mer Apr 13, 2011 12:21 pm    Oggetto: via Sancti Benedicti Condividi su Facebook Rispondi citando

Dovrebbe essere, quindi, la vecchia Via Sublacense che da Subiaco, attraverso l'Arco di Trevi ,ad Alatri, si innesterebbe alla Pedemontana, antica strada che congiungeva, attraverso Anagni, Ferentino, Alatri, Veroli, Sora i paesi latini alla Campania etrusca e che è stata la strada percorsa da San Benedetto per raggiungere Monte Cassino.

Nella vita di San Benedetto, scritta da Gregorio Magno, è testimoniato il passaggio a Torre Cajetani che il Santo avrebbe raggiunto attraverso Prato Lungo; proseguendo per: Guarcino e Alatri.

Amilcare
Top
Profilo Invia messaggio privato  
dadipigi
Amico della Montagna
Amico della Montagna


Registrato: 14/11/10 12:02
Messaggi: 10
Residenza: alatri

MessaggioInviato: Mer Apr 13, 2011 1:13 pm    Oggetto: Condividi su Facebook Rispondi citando

Che io sappia, il sentiero dovrebbe passare, attraverso l'Arco di Trevi e prato Lungo, per Guarcino, Vico nel Lazio, Certosa di Trisulti per poi scendere fino alla nostra 'Badia'. Mi informerò sui dettagli precisi appena posso.
Top
Profilo Invia messaggio privato  
Amilcare
Aquila Reale
Aquila Reale


Registrato: 12/11/06 12:26
Messaggi: 775

MessaggioInviato: Mer Apr 13, 2011 6:37 pm    Oggetto: Via Sancti Benedicti Condividi su Facebook Rispondi citando

E' improbabile il proseguimento della strada da Guarcino a Vico e Trisulti, il quanto questa strada che in un documento del '500 è chiamata Marsicana, congiungeva il bacino del Cosa al bacino del Fucino, attraverso Collepardo, Trasoto (Tracce di un insediamento antico su Monte Castello e medioevale alle Prataccia) e la Valle dell'Inferno.Questa strada si raggiungeva da Alatri, attraverso Vallimella, a Civita di Collepardo.



Amilcare
Top
Profilo Invia messaggio privato  
Amilcare
Aquila Reale
Aquila Reale


Registrato: 12/11/06 12:26
Messaggi: 775

MessaggioInviato: Gio Apr 14, 2011 5:51 pm    Oggetto: Condividi su Facebook Rispondi citando

Con tutti quei soldi, ho pensato, avranno aggiustato la strada fino a Veroli e sono andato.

Delusione!

Il restauro si ferma subito dopo girato l'angolo.

E non solo....

C'è una frana che impedisce di arrivare al fontanile e alla grotta di Silwidè.



Certo, sarebbe bello, troppo bello, attraversare il bosco sacro alla dea Diana e andare oltre e camminare sospesi tra il cielo e la piana sottostante, ricalcando le orme di San Benedetto e di San Francesco.



Sarà?



Amilcare



via bella.jpg
 Description:
Un tratto dell'antica Via (quanto sarebbe bella così come è...)
 Filesize:  176.82 KB
 Viewed:  8724 Time(s)

via bella.jpg



via franata.jpg
 Description:
L'antica Via interrotta da una frana poco prima della sirgente di Silwidè..
 Filesize:  152.2 KB
 Viewed:  8724 Time(s)

via franata.jpg


Top
Profilo Invia messaggio privato  
Joe
Guru dei Monti Ernici
Guru dei Monti Ernici


Registrato: 05/04/06 21:38
Messaggi: 373
Residenza: Alatri

MessaggioInviato: Mer Apr 20, 2011 9:21 pm    Oggetto: Condividi su Facebook Rispondi citando

Ho percorso la strada in MountaiBike domenica scorsa.

Dopo la frana e la fonte la strada prosegue in ottime condizioni e molto battuta.

L'intervento si è ridotto solo al taglio dei rovi dalla sede stradale.

Poi c'è il bivio con le due strade che portano verso veroli in alto o verso basciano in basso.



Ricordo che dalla fonte Silwidè partisse un acquedotto che protava l'acqua all'abbadia. Ora se ne sono perse le traccie o esiste ancora?



ciao.

_________________
Su per i monti a ritrovar se stessi
Top
Profilo Invia messaggio privato [ Nascosto ]
Amilcare
Aquila Reale
Aquila Reale


Registrato: 12/11/06 12:26
Messaggi: 775

MessaggioInviato: Gio Apr 21, 2011 6:39 pm    Oggetto: Condividi su Facebook Rispondi citando

L'acqua della Badia viene dalla sorgente di Silwidè.

Ricordo di avere visto i tubi (moderni) che passavano nell'alveo dell'antico acquedotto e che questo, coi relativi tubi antichi, era visibile, in sezione, proprio sulla scarpata interessata dalla frana.

Amilcare
Top
Profilo Invia messaggio privato  
Amilcare
Aquila Reale
Aquila Reale


Registrato: 12/11/06 12:26
Messaggi: 775

MessaggioInviato: Gio Apr 23, 2015 11:24 am    Oggetto: Condividi su Facebook Rispondi citando

Ovvero: LA VIA DELLE OCCASIONI MANCATE
Dopo tanto tempo torno sull'argomento.
Lo spunto mi viene dalla visita fatta ieri a Montecassino e dalla ricerca fatta su internet.
Gran parte della ricerca ha riguardato la "VIA BENEDICTI" e per questo motivo mi sono ritrovato sul nostro forum che ha già trattato l'argomento dell'itinerario benedettino e ha illustrato L'ABAZIA DI SAN SEBASTIANO, in territorio di Alatri che è stata una tappa importante, o addirittura, la più importante del lungo cammino che ha portato San Benedetto dal SACRO SPECO a MONTECASSINO.
Da quello che ho visto mi è sembrato che l'itinerario faccia risaltare, da un lato, più l'aspetto ambientale e naturalistico che quello storico religioso e che dall'altro abbia dato modo ai politici locali di gestire fondi che avrebbero dovuto essere spesi per la ricerca e la valorizzazione dell'antica via.

Per quanto riguarda il primo caso basti dire che la nostra BADIA fa parte raramente dell'itinerario e soltanto una volta è stato ricordato SAN SERVANDO che nella BADIA ospitò SAN BENEDETTO e che molto probabilmente gli fece conoscere la REGULA MAGISTRI, dalla quale deriverebbe la REGULA SANCTI BENEDICTI.
Da rilevare ancora che forse nessuno di quelli che hanno proposto i vari itinerari, penso abbia letto la biografia di San Benedetto, scritta da GREGORIO MAGNO che da spunti efficaci per questa la ricerca, altrimenti non sarebbero incorsi nei grossolani errori per i quali la tabella indica come Via Benedicti strade che all'epoca non esistevano e abbiano tralasciato le strade antiche che sicuramente furono percorse dal Santo.
(Forse sarebbe stato il caso di coinvolgere L'Archeo Club d'Italia, magari in collaborazione con il CAI)

Per quanto riguarda il secondo punto, vi prego di tornare alle fotografie che indicavano i lavori e i fondi per eseguirli, già proposti e di fare una capatina sul posto e mi piacerebbe sapere perchè si è preferito fare una lunga colata di cemento che raccorda l'antica strada alla sottostante moderna per Veroli invece di evidenziare l'antica che quasi tutta percorribile, porta a Veroli attraverso la Peticosa.


L'ultima modifica di Amilcare il Gio Apr 23, 2015 5:38 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato  
Francesco
Site Admin
Site Admin


Registrato: 27/03/06 18:51
Messaggi: 5912
Residenza: Alatri

MessaggioInviato: Gio Apr 23, 2015 5:19 pm    Oggetto: via benedicti Condividi su Facebook Rispondi citando

...Alle solite... Confused Confused Confused

Rassegnati saluti...
Francesco

_________________
"Quando un ago di pino cade nella foresta, l'aquila lo vede, il cervo lo sente e l'orso lo annusa"
Antico detto Pellerossa
Top
Profilo Invia messaggio privato  
Amilcare
Aquila Reale
Aquila Reale


Registrato: 12/11/06 12:26
Messaggi: 775

MessaggioInviato: Dom Set 05, 2021 6:57 pm    Oggetto: Via Sancti Benedicti Condividi su Facebook Rispondi citando

Questa strada, molto probabilmente, ricalca l'antica Pedemontana che collegava tra loro le antiche città erniche e queste da una parte, ai Latini e dall'altra, in direzione nord-est, alla Marsica ed in direzione sud est, alle popolazioni dell'Italia meridionale e non sarebbe azzardato ipotizzare che questo sarebbe stato il percorso della "Via del Ferro" che collegava gli Etruschi a Capua.
Dopo la cacciata di Tarquinio il Superbo e la perdita dell'egemonia etrusca, questo percorso perse la sua importanza , restarono, però, indispensabili i collegamenti tra la nascente potenza romana con le popolazioni italiche e la Magna Grecia. Da questo la discesa a valle della Pedemontana, prima con la Via Latina che con un percorso più agevole, ne collegava le stesse località e successivamente con la Casilina ed addirittura con l'Appia che attraverso la Pianura Pontina, da Capua, ne prolungava il percorso fino a Brindisi.
Riassumendo: le località interessate al passaggio di San Benedetto e che tra l'altro sono ricordate Da Gregorio Magno, dal Sacro Speco a Montecassino, sono poste sulla Pedemontana, nel tragitto Badia di San Sebastiano-Veroli-Sora e da Arce sulla Casilina, fino a Montecassino.
Da notare che Capua che era il limite della Pedemontana, viene ancora citata nella storia di San Benedetto, a proposito della visione che ebbero San Benedetto e San Servando al momento della mote del suo santo vescovo..
Top
Profilo Invia messaggio privato  
Francesco
Site Admin
Site Admin


Registrato: 27/03/06 18:51
Messaggi: 5912
Residenza: Alatri

MessaggioInviato: Lun Set 06, 2021 7:00 pm    Oggetto: Condividi su Facebook Rispondi citando

... seguo con interesse Very Happy

Saluti
Francesco

_________________
"Quando un ago di pino cade nella foresta, l'aquila lo vede, il cervo lo sente e l'orso lo annusa"
Antico detto Pellerossa
Top
Profilo Invia messaggio privato  
Amilcare
Aquila Reale
Aquila Reale


Registrato: 12/11/06 12:26
Messaggi: 775

MessaggioInviato: Mar Set 14, 2021 12:39 pm    Oggetto: Via Sancti Benedicti: Altri percorsi, Condividi su Facebook Rispondi citando

A valle si collegava alla via Tiburtina Sublacense e per questa:
- verso il Sud, alla Latina e alla Casilina.
Da Frosinone si arriva(va) al Ponte dalla Tiburtina Valeria, dalla Cona di Mola Santa Maria (La Riccia), posta al bivio per Veroli.
Questo tratto di strada è ancora interessato dal traffico al servizio della cava da dove il tracciato diventa pedonale;
- verso il Nord, al bivio di Pitocco, a sinistra, alla Prenestina.
Da Alatri si ci arriva(va) dall'antico percorso della Sublacense che attraversava il Ponte Sant'Angelo;
da una diramazione di questa: alla Pezza, subito a sinistra all'inizio della discesa e proseguendo, dalla chiesa della Maddalena:
alle falde di Monte Sant'Angelo, fino alla cona di Mola Santa Maria
e per la Via dei Lebbrosi costeggiando l'antica ara
Di questi, il solo percorribile è quello della diramazione alla Pezza che però è tutto sull'antica,stretta carreggiata che sopporta il traffico locale.
Degli altri due:
quello verso Mola Santa Maria si interrompe, dopo pochi metri, a causa di una cava che ne ha rosicchiato i bordi e distrutto un edificio di epoca romana;
quello dei lebbrosi è tutto da indovinare.
Top
Profilo Invia messaggio privato  
Francesco
Site Admin
Site Admin


Registrato: 27/03/06 18:51
Messaggi: 5912
Residenza: Alatri

MessaggioInviato: Mar Set 14, 2021 6:37 pm    Oggetto: Condividi su Facebook Rispondi citando

... Quanti toponimi! Shocked Very Happy
_________________
"Quando un ago di pino cade nella foresta, l'aquila lo vede, il cervo lo sente e l'orso lo annusa"
Antico detto Pellerossa
Top
Profilo Invia messaggio privato  
Amilcare
Aquila Reale
Aquila Reale


Registrato: 12/11/06 12:26
Messaggi: 775

MessaggioInviato: Sab Set 18, 2021 6:44 pm    Oggetto: Condividi su Facebook Rispondi citando

I toponimi sono importanti perchè sono la memoria storica del vissuto della zona: ce ne sono che indicano zone di pochi metri quadrati, come per esempio "Santa Lucia" che indica soltanto un mucchio di pietre sparpagliate tra un ciuffo di quercioli che alla Fiura, soltanto i limitrofi usano e che darebbe senso alle pietre sparpagliate, nella speranza che qualcuno voglia approfondire prima che insieme al toponimo, se ne perda la memoria.
Poco distante si trova la "Frestra" (La Foresta = la zona estera) che, e non può essere per caso, dagli stessi, viene accomunato a Santa Lucia.
Tornando al Ponte: Da tutti i toponimi indicati, la distanza per raggiungerlo non arriva al chilometro. Il tragitto più breve, poche decine di metri, è quello che scendendo dalla Badia, si trova di fronte, oltre la strada attuale.
Top
Profilo Invia messaggio privato  
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Hernica Saxa Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files in questo forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it